Il mistero dell’aereo abbandonato sulle piste di Linate

Il mistero dell’aereo abbandonato sulle piste di Linate

Dal 27 di luglio l‘aeroporto di Linate ha chiuso i battenti, i lavori di restauro delle piste di atterraggio, di rullaggio e della struttura dureranno fino alla fine di ottobre. Le piste solitamente gremite di velivoli sono state sgomberate e risultano ora deserte. L’aeroporto della città meneghina si prepara a subire una trasformazione.

Lo spettacolo della zona deserta si apre davanti agli occhi dei tanti cittadini che quotidianamente attraversano viale Forlanini. La via lunga circa 3 chilometri ha da sempre l’importante ruolo di congiunzione tra la città di Milano e l’aeroporto di Linate.

Tra il grigio delle piste abbandonate, però, è facile per un occhio attento scorgere qualcosa di strano. Un lucido oggetto bianco si staglia nella desolazione dell’aeroporto di Linate pronto per i lavori, si tratta di un aereo di piccole dimensioni.

Aeroporto di Linate: il mistero dell’aereo abbandonato

Il velivolo, appartenente ad un privato con cittadinanza svizzera, ha una capienza di 30 posti. Ma quello che i passanti si chiedono è: perché in un aeroporto chiuso, nel quale non è possibile né decollare né atterrare, si trova ancora un velivolo?

Il piccolo aereo, che da un mese ormai si trova solo sulla pista dell’aeroporto di Linate, sembra essere stato abbandonato o forse dimenticato. Il gruppo SEA, che si occupa di gestire il sistema aeroportuale milanese, ha richiesto al proprietario di recuperare il Jet privato.

Lo svizzero proprietario non sembra però intenzionato a scendere a Milano e portarsi a casa il suo piccolo aereo. Le richieste avanzate dalla SEA, infatti, non hanno avuto alcuna risposta, l’uomo sembra essere scomparso nel nulla. In attesa che la Società Esercizi Aeroportuali prenda una decisione il piccolo aereo svizzero rimane abbandonato sulla pista dell’aeroporto meneghino, chiuso ormai dal 27 di luglio.