Il modulo dell'autocertificazione da compilare per spostarsi

·2 minuto per la lettura
modulo autocertificazione coronavirus perchè cambia
modulo autocertificazione coronavirus perchè cambia

Il Viminale ha pubblicato il nuovo modello di autocertificazione da compilare per giustificare gli spostamenti in quelle regioni che hanno imposto il coprifuoco (CLICCA QUI PER SCARICARE IL PDF). Per il momento i territori che hanno introdotto delle restrizioni sono Lombardia, Lazio, Campania, Piemonte e Liguria.

Il modello di autocertificazione in pdf

Dopo diversi mesi senza restrizioni ai movimenti, dal 22 ottobre 2020 alcuni cittadini si troveranno costretti a certificare i motivi per cui si sanno spostando negli orari vietati. Lo dovranno fare compilando ogni volta il modulo reso noto dal Ministero dell’Interno da consegnare alle forze dell’ordine in caso di controlli.

Sull’autocertificazione si dovranno inserire i propri dati personali per poi fare una croce sul motivo per cui ci si sta spostando. Il primo riguarda comprovate esigenze lavorative, il secondo ragioni di salute e il terzo una necessità per cui i decreti o le ordinanze in vigore consentono l’uscita dal proprio domicilio. In quest’ultimo parametro rientrano, tra le altre cose, l’acquisto di beni essenziali ma anche le visite ai parenti. In tal caso non si dovrà specificare le loro generalità per motivi di privacy.

Qui di seguito le norme varate dalle singole regioni in cui sarà necessaria la dichiarazione.

Lombardia

L’ordinanza in vigore da giovedì 22 ottobre prevede il divieto di spostamento e la chiusura delle attività ogni giorno dalle 23 alle 5. Inoltre nel fine settimana i centri commerciali rimarranno chiusi (ad eccezione dei negozi che vendono beni considerati necessari) e tutte le scuole superiori dovranno adottare la didattica a distanza.

Campania

Anche in Campania vige la chiusura dalle 23 alle 5, ma il governatore ha imposto anche per tutto il giorno la limitazione degli spostamenti interprovinciali che dovranno essere giustificati con la medesima autocertificazione e saranno consentiti solo per lavoro, salute o necessità. Inoltre fino a fine mese le scuole rimarranno chiuse.

Lazio

Disposizioni simili anche in Lazio ma con orario ridotto: il governatore Zingaretti ha disposto il coprifuoco dalle 24 alle 5 da venerdì 23 ottobre. Inoltre le scuole superiori dovranno ricorrere alla didattica digitale integrata per una quota pari al 50% degli studenti, con esclusione degli iscritti al primo anno.