Il mondo si dirige verso livelli catastrofici di riscaldamento

·2 minuto per la lettura

AGI - Il mondo si dirige verso livelli catastrofici di riscaldamento globale, secondo un rapporto scientifico diffuso alla Cop26 di Glasgow: con gli attuali piani per il clima elaborati dai diversi Paesi, le temperature aumenteranno "almeno" di 2,4 gradi centigradi entro il 2100, quindi ben oltre l'attuale obiettivo di 1,5 gradi e anche oltre l'obiettivo di un aumento entro 2 gradi, stabilito dagli accordi di Parigi sul clima. La stima dalla piattaforma scientifica Climate Action Tracker (Cat).

L'aumento delle emissioni di gas serra 

L'attualizzazione dei dati di questa piattaforma indipendente, che dal 2009 misura le missioni di gas ad effetto serra rileva che, anche se le promesse fatte al summit di Glasgow fossero mantenute, nel 2030 le emissioni di gas serra raddoppieranno raggiungendo livelli che non consentiranno di contenere l'aumento delle temperature entro 1,5 gradi, anzi saranno praticamente il doppio del necessario per quel limite. 

Lo studio aggiunge che con le politiche attuali, non con le proposte ancora da concretizzare, l'aumento alla fine del secolo "è ancora maggiore" e raggiungerebbe i 2,7 gradi centigradi. Se entro il 2050 tutte le promesse e gli impegni di emissioni nette a zero venissero mantenute, aggiunge il rapporto, entro la fine del secolo si potrebbe raggiungere un aumento di 1,8°C, stima che “è lungi dall'essere una notizia positiva”.

"Questo percorso 'ottimistico' è molto lontano dal limite di 1,5°C", si legge ancora nel rapporto, che ricorda come l'accordo di Parigi si fosse impegnato a un riscaldamento massimo di 1,9 gradi, con l'obiettivo di limitarlo a un grado e mezzo; e c'è inoltre "una probabilità del 16% di superare un riscaldamento di 2,4° C" entro il XXII secolo.     

"Siamo preoccupati perché alcuni Paesi pensano che l'aumento entro 1,5 gradi sia una cosa quasi certa. Ma non lo è, siamo ancora lontani da quel risultato", spiega Bill Hare, numero uno di Climate Analytics, una delle società che collaborano con Cat. "Cè un divario di quasi un grado tra le attuali politiche del governo e i loro obiettivi di zero netto".    

Finora, più di 140 governi hanno annunciato obiettivi 'zero netto, coprendo il 90% delle emissioni globali. Ma l'analisi di Climate Action Tracker su 40 paesi, che coprono l'85% delle emissioni, rileva che "solo un piccolo numero" fornisce tabelle di marcia per raggiungere l'obiettivo.  Gli scienziati hanno più volte ribadito che con un aumento delle temperature superiore a 1,5 gradi vi saranno danni al pianeta "irreversibili". 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli