Il movente dietro l'omicidio del padre di Marco Eletti: il figlio avrebbe scoperto la sua doppia vita

·2 minuto per la lettura
Novità sull'arresto di Marco Eletti
Novità sull'arresto di Marco Eletti

Quando il 24 aprile scorso la polizia ha ritrovato il corpo senza vita di Paolo Eletti, 58 anni, insieme a quello ancora in vita della moglie Sabrina, ancora in vita sebbene sotto effetto di narcotici e con le vene dei polsi recise, non ha perso tempo ad accusare del presunto omicidio il figlio della coppia, Marco Eletti.

Il 33enne scrittore è tutt’ora il principale indiziato nelle indagini, sebbene ci sia stata una svolta in merito al movente: sembra infatti che quest’ultimo vada ritrovato non più nelle questioni economiche ipotizzate all’inizio, ma ad una doppia vita condotta dall’uomo ed oscura al figlio.

GUARDA ANCHE - Omicidio Chiara Gualzetti, il video racconto del delitto

Arresto Marco Eletti: il fatto

Nonostante sia stato proprio lui a segnalare l’accaduto, la polizia non ha avuto remore ad arrestare preventivamente Marco Eletti, giovane (e piuttosto affermato nel suo piccolo) scrittore di romanzi, il quale si trova attualmente in custodia cautelare, con l’accusa di omicidio premeditato, con l’aggravante dei futili motivi.

Sin dal primo giorno di detenzione il ragazzo si è sempre rifiutato di ammettere il delitto, costringendo anche la polizia ad indagare senza alcun ausilio sul possibile movente del fatto. Movente che, nelle ultime ore, sembra aver trovato un’identità ben precisa, rispetto alla più generica “questione patrimoniale” avanzata in prima battuta dall’accusa.

LEGGI ANCHE >>> Omicidio Chiara Gualzetti: parla il padre

Arresto Marco Eletti: il movente

A seguito delle ricerche portate avanti dalla squadra investigativa, è infatti risultato che Paolo Eletti conducesse una doppia vita, di cui il figlio era totalmente ignaro. Scoperta tramite profili social secondari, questa vita parallela conterrebbe diversi segreti, tra cui una diversa identità di genere, i quali avrebbero potuto innescare una violenta discussione tra padre e figlio, che sarebbe poi sfociata nell’uccisione del primo da parte del secondo.

Arresto Marco Eletti: ancora tutto incerto

Nonostante la scoperta, non sono ancora stati fatti passi in avanti decisivi , complice la già citata non-collaborazione del giovane Eletti. Potrebbe forse essere la madre, la signora Sabrina, un nuovo punto di svolta?

Quest’ultima ha anch’essa rischiato la morte, riuscendo tuttavia a salvarsi anche grazie all’aiuto dei medici: portata in ospedale con i polsi tagliati, le sue condizioni sono ora di totale guarigione (almeno dal punto di vista fisico). Sarà in grado, se interrogata, di fornire nuovo materiale per le indagini?

LEGGI ANCHE >>> Roma: duplice omicidio a Trevignano

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli