Il narcotrafficante era stato arrestato nell’agosto scorso ad Abu Dhabi ed era partito l’iter

Raffaele Mauriello
Raffaele Mauriello

Raffaele Mauriello verrà estradato molto presto e la notizia giunge gradita alle forze dell’ordine ed alla magistratura italiana, dato che negli elenchi del Viminale è considerato uno dei latitanti di “massima pericolosità”. Il narcotrafficante era stato arrestato nell’agosto del 2021 a Dubai ed era partito l’iter procedurale per consentire che le pendenze giudiziarie di Mauriello venissero sottoposte a vaglio della giustizia italiana. La nota che dà piena soddisfazione ai segugi della Direzione Centrale della Polizia Criminale è chiara: presto ci sarà l’estradizione del narcotrafficante Raffaele Mauriello, considerato tra i latitanti “di massima pericolosità”.

Raffaele Mauriello verrà estradato

A diramarla il ministero di Giustizia, che nel comunicato spiega anche che in punto di Diritto le autorità di Abu Dhabi “hanno autorizzato l’avvio dell’iter per la consegna all’Italia”. Ma quando vennero fatte scattare le manette ai polsi del signore della droga di origini campane e da tempo in “buen retiro” negli Emirati Arabi Uniti? L’arresto di Mauriello avvenne il 16 agosto del 2021 ed avvenne in esecuzione di due ordinanze emesse dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Napoli ma non in ordine a quella che viene considerata “per tabulas” l’attività criminale di elezione di Mauriello, bensì per due omicidi pluriaggravati, commessi nel napoletano, e violazione alla normativa sulle armi. L’estradizione verrà eseguita dall’Interpol.

Presa in consegna a Roma Fiumicino

In italia Mauriello sarà preso in consegna dal personale della Polizia Penitenziaria presso gli uffici della Polizia di frontiera di Roma Fiumicino per essere trasportato nell’istituto di detenzione. Chiosa poi la nota: “L’estradizione di Mauriello segue a breve distanza l’espulsione verso l’Italia del narcotrafficante Raffaele Imperiale, rafforzando così il segnale di svolta nei rapporti di collaborazione tra il nostro Paese e gli Emirati Arabi Uniti”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli