Il Nobel Parisi: scienza italiana è ottima ma servono i giovani

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 7 ott. (askanews) - Spero che il Nobel "sia una dimostrazione visiva, immediata che la scienza nel nostro Paese funziona bene". Così Giorgio Parisi - premiato con il Nobel per la Fisica per lo studio dei sistemi complessi "per la scoperta dell'interazione tra disordine e fluttuazioni nei sistemi fisici, dalla scala atomica a quella planetaria" - in una videointervista ad askanews.

"Ci sono stati politici che non voglio nominare, anche commentatori, economisti che dicono che l'Italia non è capace di avere una buona scienza". Il Nobel "è la dimostrazione che la scienza italiana è certamente ottima e che però sta invecchiando e quindi ha l'assoluta necessità di avere persone giovani che sostituiscano le persone che ogni anno diventano più anziane, e che quindi sia assolutamente necessario trasformare l'Italia in un Paese accogliente per i ricercatori. Se poi questo il governo lo farà o no lo vedremo nei prossimi mesi, perché adesso - ha sottolineato Parisi - è estremamente importante che venga fatta una Finanziaria che permetta alla ricerca italiana di ripartire. Segnali positivi ci sono stati con questo governo, con il Piano nazionale di resilienza e sviluppo".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli