Il nostro eterno fascismo oltre Salvini e CasaPound

·1 minuto per la lettura
Il murale, prima e dopo (Photo: ANSA)
Il murale, prima e dopo (Photo: ANSA)

L’antifascimo italiano trova motivi quotidiani per la sua allerta. Ieri si è trattato dello stravolgimento di un murale antirazzista nel rione Monti di Roma, in cui il calciatore azzurro inginocchiato era di nuovo all’impiedi, in posa staraciana a braccio teso. Sui social (l’espressione sta cominciando a diventare molesta, ma consultarli è un inebriante instant poll) lo sdegno ha cavalcato la giornata e nemmeno il più consistente manifesto delle destre sovraniste europee ha reindirizzato la resistenza democratica. Non voglio essere ironico. La paura dell’estrema destra – al di là delle frequentissime manifestazioni caricaturali – è giustamente più viva della paura dell’estrema sinistra perché la dittatura fascista l’abbiamo assaggiata, e soltanto l’altro ieri, e quella comunista no, e perché ora l’estrema sinistra è residuale. Ma le tensioni illiberali percorrono quasi tutti i partiti italiani, in una deriva lentissima e dunque inapprezzata o sottovalutata, così la nostra democrazia vive di un precario equilibrio e pensare sia stata fondata settantacinque anni fa per i secoli dei secoli è un’ingenuità.

La notizia del manifesto dei partiti sovranisti europei è pessima. Annuncia un fronte anti europeista più regressivo che conservatore, nel segno della disintegrazione più che dell’integrazione, e nasce per iniziativa di Viktor Orbán, un leader immune dalle ipocrisie nostrane perché fieramente ed esplicitamente capotesta della “democrazia illiberale”. Nascondersi dietro la futile considerazione che Orbán è stato democraticamente eletto è fumisteria: anche Benito Mussolini e Adolf Hitler lo furono, e non lo si ripeterà mai una volta di troppo. La sua transizione verso la democrazia illiberale non è compiuta, ma succederà se l&rsq...

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli