Il nostro prossimo peccato è il barattolino gelato al panettone (con pezzi di panettone)

Di Arianna Galati
·2 minuto per la lettura
Photo credit: Courtesy
Photo credit: Courtesy

From Marie Claire

La cucina è un gigantesco incontro di coincidenze, idee che si intrecciano con altre e sembrano sconfessare qualunque momento abbia preceduto i loro incontri. Tipo il gelato e il panettone, eureka di lusso per le papille gustative, serendipità tra l'essenza dell'estate e il profumo dell'inverno unito nella rappresentazione gourmet del gusto supremo. Una fetta di panettone tiepido e una pallina di gelato, che bontà. Ma c'è chi è andato oltre. Quale sia il fortuito scontro di idee che ha prodotto il gelato al panettone Sammontana non è dato saperlo nel dettaglio, basti sapere che la resa è da goduria immediata. Attenzione, può dare dipendenza andrebbe scritto sul bordo del celeberrimo barattolino, diventato icona al suo ingresso sul mercato settant'anni fa, che contiene la magnifica transustanziazione dello Spirito Natalizio, nome della limited edition di Natale 2020.

Una crema gelato al gusto panettone e una torta gelato al panettone. Una differenza nell'aspetto e nella presentazione, ma la suggestione festiva resta immutata, immediata, perfetta. I passaggi di goduria esperienziale dell'assaggio del primo panettone dell'anno, quando l'aroma di burro, vaniglia e arancia candita esplode appena esce dalla sua confezione, ci sono tutti e in versione fredda. Entrambe le varianti sono naturalmente arricchite con l'uvetta sultanina e scaglie di vero panettone, che danno ancora più morbidezza all'assaggio. E nel momento in cui il gelato perde la durezza del congelatore e diventa cremoso, il sublime si fa palese.

Il gelato al panettone risolve l'annosa questione di quale gelato abbinare al panettone: stessa essenza, differente forma. Un panettone al quadrato, letteralmente, per osare la gamma di sapori più ampia e al tempo stesso concentrata che c'è. La dolcezza, il freddo, l'aroma, la consistenza morbidissima sulla lingua. Via libera assoluto alla pucciata di panettone nel gelato al panettone (awww). Si presta anche ad essere gioiosamente consumato direttamente dal barattolino, sul divano o a tavola, alla scrivania, a qualunque ora. Gambe incrociate, calzettoni spessi, maglione comfy e cucchiaio brandito. La versione meravigliosa del tocco icy rende ancora più lussuriosa la scucchiaiata rubata di nascosto, perché il gelato è più buono quando fingi di sentirti in colpa nel mangiarlo, lo sappiamo. E figuriamoci a Natale.