Il nuovo allarme dell'Onu: "L'umanità va verso un suicidio collettivo"

UN Secretary-General Antonio Guterres gestures while speaking during the opening of the 2022 UN Ocean Conference in Lisbon, Portugal, June 27, 2022. REUTERS/Pedro Nunes
Il nuovo allarme dell'Onu: "L'umanità va verso un suicidio collettivo" REUTERS/Pedro Nunes

L'umanità sembra prendere una brutta piega: è l'allarme lanciato dall'Onu, che mette in guardia sui rischi a cui stiamo andando incontro a causa del cambiamento climatico.

VIDEO - I ghiacciai si stanno sciogliendo per il cambiamento climatico. WWF: tra 30 anni quelli sotto i 3500 metri spariranno

L'Europa brucia e si registrano temperature record in tutto il Vecchio continente. In Italia il termometro supera i 40 gradi, come in Francia e persino nel Regno Unito. L'emergenza siccità nel nostro Paese sta diventando una piaga difficile da arginare. Non piove e neppure nei prossimi giorni si attendono rovesci o fenomeni temporaleschi. A lanciare un nuovo allarme è l'Onu.

LEGGI ANCHE: Caldo record, quale sarà il giorno più rovente

António Guterres, segretario generale dell'Onu, ha parlato ai ministri di 40 Paesi riuniti per discutere della crisi climatica e delle conseguenze su miliardi di persone. Ha evidenziato i rischi a cui l'umanità sta andando incontro, spingendosi sempre più verso un "suicidio collettivo". Per questo motivo, è necessario mettere in atto tempestivamente nuove misure. Servono azioni collettive contro il cambiamento climatico.

"Metà dell'umanità si trova nella zona di pericolo a causa di inondazioni, siccità, tempeste estreme e incendi. Nessuna nazione è al sicuro. Eppure continuiamo ad alimentare la nostra dipendenza dai combustibili fossili", è l'allarme di Guterres. "Azione collettiva o suicidio collettivo. È tutto nelle nostre mani", ha sottolineato.

GUARDA ANCHE - Nucleare e gas ammessi ai finanziamenti Ue contro il cambiamento climatico

Solo pochi mesi prima, in occasione della presentazione dell'ultimo rapporto dell’Organizzazione meteorologica mondiale (Wmo) sullo stato del clima, Guterres aveva dichiarato: "È una triste litania dell’incapacità dell’umanità di affrontare il cambiamento climatico". Inoltre, aveva ricordato che "l’innalzamento del livello del mare, il calore degli oceani, le concentrazioni di gas serra e l’acidificazione degli oceani hanno stabilito nuovi record allarmanti nel 2021".

Per il segretario generale dell'Onu, "i combustibili fossili sono un vicolo cieco, dal punto di vista ambientale ed economico. La guerra in Ucraina e i suoi effetti immediati sui prezzi dell’energia sono l’ennesimo campanello d’allarme. L’unico futuro sostenibile è quello rinnovabile". Per questo motivo, è necessario "porre fine all’inquinamento e accelerare la transizione verso l’energia rinnovabile, prima di incenerire la nostra unica casa". Le tecnologie di energia rinnovabili come “l’eolico e il solare" risultano "prontamente disponibili e, nella maggior parte dei casi, più economiche del carbone e di altri combustibili fossili”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli