Il nuovo comandante carabinieri a Piacenza: riguadagnare fiducia

Il nuovo comandante carabinieri a Piacenza: riguadagnare fiducia

Piacenza, 28 lug. (askanews) – Riguadagnare la fiducia. È il primo obiettivo che si è dato il colonnello Paolo Abrate, nuovo comandante provinciale dei carabinieri di Piacenza, nominato dopo l’azzeramento dei vertici in seguito all’inchiesta che ha investito la caserma Levante e che ha portato all’arresto il 22 luglio di sei militari dell’Arma con accuse gravissime.

“La fiducia si guadagna giorno per giorno, si possono fare dichiarazioni di intenti ma poi è coi fatti che si ottengono le cose, il mio impegno è quello di dedicare ogni mia forza e energia alla tutela della cittadinanza di Piacenza”.

Riguardo alle indagini e al ritorno all’operatività della caserma sequestrata, sostituita per ora con postazioni mobili, Abrate ha risposto così.

“La magistratura sta effettuando accertamenti, sopralluoghi e repertamenti. Confidiamo che nel più breve tempo possibile”. Si tratta di “attività lunghe, complesse, che devono essere fatte bene e quindi i tempi necessari – ha aggiunto Abrate -. La cosa importante è che con le due stazioni mobili garantiamo la possibilità ai cittadini di essere ricevuti. Una stazione c’è, è operativa ed è lì davanti”.

Oltre al nuovo comandante Abrate, sono stati presentati anche i capi del reparto operativo Alfredo Beveroni e del nucleo investigativo Lorenzo Provenzano.

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.