Il nuovo ct del ciclismo Bennati: "Sicurezza stradale peggiora, sono preoccupato"

·1 minuto per la lettura

"La situazione delle strade italiane ultimamente è peggiorata, e non vedo attenzione da parte delle istituzioni. Anche le nuove norme nel codice stradale non hanno portato alcun aiuto nello stato generale della circolazione. Un ciclista che esce in allenamento non sa mai se tornerà a casa, sono preoccupato". Lo dice all'Adnkronos Daniele Bennati, nuovo ct della Nazionale di ciclismo.

"Da diversi anni noi dell'ambiente portiamo avanti campagne per la sicurezza stradale ma non vedo ascolto da parte della politica in generale. E' un peccato, perché anche se l'Italia ha una storia importante in questo sport, con tanti appassionati, in realtà poi vai per le strade e vedi che non è così: ciclisti e pedoni sono visti come intralci, e ne fanno le spese. E sta peggiorando, quando sono passato al professionismo nel 2002 la situazione era migliore". Anche se "nel mio nuovo ruolo dovrò seguire gli allenamenti solo negli appuntamenti maggiori quindi generalmente con strade chiuse, questo peggioramento mi preoccupa ugualmente: dovremmo ottenere più attenzione da parte delle istituzioni", conclude Bennati.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli