Il “padre della Patria” kazaka Nazarbayev affetto da Covid 19

Il “padre della Patria” kazaka Nazarbayev affetto da Covid 19

Nur-Sultan, 18 giu. (askanews) – L’ex presidente del Kazakistan e “padre della Patria” kazaka Nursultan Nazarbayev, 79 anni è affetto dal nuovo coronavirus. I suoi portavoce affermano che è risultato positivo ai test e rimane in isolamento. “Non ci sono motivi di preoccupazione, si afferma in una dichiarazione.

Nazarbayev, che ha governato il Kazakistan dalla sua indipendenza nel 1991, si è dimesso lo scorso anno, ma continua a esercitare una notevole influenza come presidente del Consiglio di sicurezza del Paese e leader del partito al potere Nur Otan. Non solo, la capitale ha preso il suo nome “Nur-Sultan” da che si chiamava Astana. E lui rimane un fedele alleato di Vladimir Putin, pur riservandosi da sempre una politica energetica abbastanza indipendente. Sotto gli auspici di Nazarbayev è nata peraltro l’Unione degli Stati Eurasiatici di cui fa parte anche la Russia, considerata dall’Ovest come un nuovo modello di Urss.

Il Kazakistan, ex repubblica sovietica ha revocato lo stato di emergenza dichiarato il 16 marzo, ma varie restrizioni di blocco rimangono in vigore in diverse regioni del vasto paese, con 97 decessi tra la sua popolazione di 18 milioni.