Il padre di Greta Thunberg: preoccupato dall'odio contro di lei

Coa

Roma, 30 dic. (askanews) - All'inizio pensava non fosse "una buona idea" schierarsi in prima linea nella lotta contro i cambiamenti climatici. Ma ora che sua figlia Greta è diventata un'icona mondiale degli ambientalisti, Svante Thunberg ha preoccupazioni diverse. Ad agitarlo è l'eccessivo "odio" che la giovane Greta è costretta ad affrontare da quando ha iniziato la sua personale battaglia contro i potenti della terra. Una battaglia che però l'ha salvata dalla depressione.

A confessarlo, in un'intervista alla Bbc, è lo stesso Svante Thunberg, che ha accompagnato Greta nel suo ultimo viaggio in barca a vela verso l'America. "Non l'ho fatto per salvare il pianeta ma per salvare mia figlia", ha confessato, ammettendo che Greta adesso è "felice" e che la sua missione ambientalista l'ha aiutata a uscire dalla depressione, con cui ha dovuto combattere per "tre o quattro anni". (Segue)