Il paese dove una casa costa 15 euro

C'è un piccolo paese a qualche chilometro da Siviglia che ha realizzato una vera e propria utopia: stipendi uguali per tutti, nessun mutuo, nessun disoccupato e quindi livelli di criminalità pari a zero con conseguente assenza delle forze di Polizia. Siamo a Marinaleda, un lembo di terra di 25 chilometri quadrati in cui regna la pace e l'uguaglianza.

Alla guida di questo paesino c'è Juan Manuel Sánchez Gordillo: è al comando della giunta comunale dal 1979. Nel 2008, in qualità di parlmanetare andaluso, decise di devolvere il suo compenso alla comunità di Marinaleda. La cittadina ha come simbolo una colomba in volo e il suo motto è "un'utopia verso la pace". Le vie della città sono dedicate con murales e frasi vergate sui muri a Che Guevara e Salvador Allende.

A Marinaleda chiunque voglia costruire una casa, deve versare nelle case comunali solo 15 euro al mese: la condizione per pagare solo questa quota è che venga messa a disposizione la propria forza lavoro. Al progetto e ai terreni ci pensa il Comune. La quota mensile per l'acquisto della casa è decisa dagli stessi cittadini "autocostrutori", cifra che non si discosta troppo dalla quota iniziale di 15 euro.
Grazie alla riforma agraria messa in atto dal sindaco, tutti possono lavorare le decine di ettari di terreno coltivabile a disposizione. Questo ha eliminato il problema della disoccupazione, dando lavoro a tutti. Il 70% dei residenti lavora nella cooperativa agricola che unisce gli abitanti di Marinaleda. I residenti che non prestano la propria forza lavoro alla terra, è occupato negli uffici pubblici e nelle piccole botteghe a conduziona familiare. Il lavoro occupa sei giorni a settimana e c'è uno stipendio fisso per tutti: 47 euro al giorno. I prodotti raccolti e messi in commercio vengono esportati anche in Venezuela. Una realtà che fa sicuramente invidia al resto della Spagna, in cui il tasso di disoccupazione media è del 34%.

L'assenza di disoccupazione coincide con una pressoché assente criminalità: pertanto la giunta comunale non ha istituito alcun organo di Polizia. La città è tenuta ordinata e pulita grazie all’iniziativa delle Domeniche Rosse: tutti i cittadini scendono in strada e puliscono strade, spazi comuni, aiuole e giardini. Ognuno si occupa della propria zona. Accedere alla mensa scolastica costa solo 12 euro e l'uso della piscina comunale per l'estate costa solo 3 euro.

Da sempre etichettato come folle rivoluzionario, il sindaco Sánchez Gordillo è invece riuscito a fare della propria terra un punto di forza, capace di sostenere autonomamente l'economia locale. Da sempre in lotta contro il capitalismo, quella compiuta da Sánchez Gordillo sembra una rivoluzione epocale a chilometro zero.