Il papà di Carlo Giuliani: "Manifestazione No Tav spaventa"

webinfo@adnkronos.com
"Ogni volta ho paura. Ogni volta è un colpo al cuore. Stavolta spero le cose vadano diversamente rispetto al G8 di Genova, anche se con questo Ministro dell'Interno ci si può aspettare di tutto. Confido nelle forze dell'ordine, che siano più intelligenti di Salvini. Sono sempre preoccupato, ma spero che anche dai manifestanti le cose siano tenute nei limiti della percorribilità sebbene le provocazioni da parte di questo 'orripilante' Ministro siano da attendersi. Spero non ci sia nulla di paragonabile al G8". Così all'Adnkronos Giuliano Giuliani, padre di Carlo ucciso a Genova durante gli scontri in occasione del G8, commenta la manifestazione dei no Tav prevista per il prossimo 27 luglio.

"Ogni volta ho paura. Ogni volta è un colpo al cuore. Stavolta spero le cose vadano diversamente rispetto al G8 di Genova, anche se con questo Ministro dell'Interno ci si può aspettare di tutto. Confido nelle forze dell'ordine, che siano più intelligenti di Salvini. Sono sempre preoccupato, ma spero che anche dai manifestanti le cose siano tenute nei limiti della percorribilità sebbene le provocazioni da parte di questo 'orripilante' Ministro siano da attendersi. Spero non ci sia nulla di paragonabile al G8". Così all'Adnkronos Giuliano Giuliani, padre di Carlo ucciso a Genova durante gli scontri in occasione del G8, commenta la manifestazione dei no Tav prevista per il prossimo 27 luglio.