Il Papa al presidente: la prossima volta ci vediamo a Cipro

Ska

Città del Vaticano, 18 nov. (askanews) - Il Papa ha detto al presidente della Repubblica di Cipro, che ha ricevuto questa mattina in Vaticano, che il loro prossimo incontro sarà a Cipro. L'isola mediterranea è divisa dal 1974 da una "linea verde" che separa la Repubblica di Cipro dalla Repubblica turca di Cipro nord.

Al momento di accomiatarsi, a conclusione di una udienza durata poco meno di mezz'ora, il presidente cipriota Nikos Anastasiades ha detto al Papa, a quanto riferito dai giornalisti presenti: "Aspetto la sua visita a Cipro", e Francesco ha replicato: "Il nostro prossimo incontro sarà a Cipro". Il Vaticano per ora non ha mai indicato Cipro quale meta di un prossimo viaggio del Papa.

Il presidente cipriota ha regalato al Papa un set di tre contenitori artigianali in argento utilizzati nelle cerimonie religiose solenni per contenere incenso, foglie di olivo e acqua di rose. Il pontefice argentino ha regalato al capo di Stato cipriota le sue encicliche, le sue esortazioni apostoliche, il suo messaggio per la prossima Giornata mondiale della pace e il documento congiunto sulla "fratellanza umana" che ha firmato insieme al grande imam di al-Azhar ad Abu Dhabi: "Lo conosco molto bene", ha commentato Anastasiades a quanto riferito dai giornalisti presenti, "lo terrò non solo nella mia biblioteca ma sulla mia scrivania per prendere spunto per i miei pensieri".

A fare da interprete, durante il colloquio, un seminarista ucraino del collegio greco. Il Papa ha fatto notare al presidente cipriota che conserva sulla scrivania una foto dell'incontro con il patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo sulla scrivania avvenuto a Gerusalemme, pregando Anastasiades di riferirlo a Bartolomo.