Il Papa all'Adnkronos, Aiuto a Chiesa che Soffre: "Parole Francesco confermate da esperienza Acs"

·1 minuto per la lettura
Il Papa all'Adnkronos, Aiuto a Chiesa che Soffre: "Parole Francesco confermate da esperienza Acs"
Il Papa all'Adnkronos, Aiuto a Chiesa che Soffre: "Parole Francesco confermate da esperienza Acs"

Roma, 30 ott. (Adnkronos) – – Le parole del Papa nel colloquio con l'Adnkronos sono "confermate dall'esperienza che Aiuto alla Chiesa che Soffre fa ogni giorno". Lo sottolinea all'Adnkronos Alessandro Monteduro, Direttore di Acs Italia. "Il Papa nella sua intervista ha raccontato di un vescovo che ha affermato che con questa pandemia la gente si sarebbe 'disabituata' ad andare in chiesa. Francesco ha commentato dicendo che se questa 'gente' veniva in chiesa per abitudine allora è meglio che resti a casa. Forse dopo questa dura prova, ha proseguito il Pontefice, i fedeli saranno più veri e più autentici. Queste parole -rileva- mi hanno fatto pensare alle comunità cristiane che Acs protegge dal 1947, cioè quelle perseguitate, discriminate e povere".

"Le prove sperimentate dai nostri fratelli sono sempre state molto dure, ma loro ci hanno sempre sorpreso per la solidità della loro fede, per la loro fortezza, per la loro solidarietà comunitaria. Penso quindi -osserva Monteduro- che le considerazioni del Papa siano confermate dall'esperienza che Aiuto alla Chiesa che Soffre fa ogni giorno".

"Dobbiamo pensare anche che se il coronavirus sta prostrando le nostre società e i nostri avanzati sistemi sanitari, a maggior ragione sta seminando devastazione dove le comunità stanno lentamente riprendendosi dopo anni di guerra o terrorismo, dove gli ospedali sono distrutti e la speranza è ridotta al lumicino. Nonostante questo, i cristiani perseguitati sono forti nella fede. Il loro eroico esempio, in questo periodo così incerto, per noi occidentali è particolarmente utile", conclude.