Il Papa condanna l'antisemitismo: non è né umano né cristiano

Ska

Città del Vaticano, 13 nov. (askanews) - Il Papa condanna l'antisemitismo durante l'udienza generale in piazza San Pietro: "Il popolo ebreo - ha detto in un excursus della catechesi dedicata a san Paolo - ha sofferto tanto nella storia, è stato cacciato via, perseguitato, nel secolo scorso abbiamo visto tante tante la brutalità che hanno fatto col popolo ebreo e tutti erevamo convinti che questo era finito. Ma oggi incomincia a rinascere qua e là l'abitudine di perseguitare gli ebrei. Fratelli e sorelle - ha concluso il Papa - questo non è né umano né cristiano, gli erbei sono fratelli nostri e non vanno perseguitati, capito?".