Il papà del piccolo Nicola: "Forse ha preso la via sbagliata perché era buio"

·1 minuto per la lettura

“Penso sia sceso per il paese invece di salire verso casa“. Così il papà del piccolo Nicola, il bambino scomparso nel Mugello e ritrovato vivo in una scarpata dopo quasi due giorni, prova a spiegare l'accaduto ai giornalisti che glielo chiedono per l'ennesima volta. L'ipotesi dei genitori è che il piccolo sia uscito per cercare proprio loro e, a causa del buio, potrebbe aver sbagliato strada.

LEGGI ANCHE: Trovato vivo il bimbo scomparso nel Mugello

Nonostante sui social continuino i sospetti sulla vicenda, alimentati dal fatto che il piccolo al momento del ritrovamento aveva le scarpe, la Procura non ha trovato elementi contro i genitori del bambino, che adesso potranno finalmente festeggiare il ritrovamento insieme ai soccorritori. "Voglio fare una festa per ringraziarli", ha detto la mamma di Nicola. 

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Bambino scomparso nel Mugello: ritrovato vivo

LEGGI ANCHE: Fonti interne agli inquirenti sul campo accrediterebbero la lettura che scagiona la coppia

Il papà del bimbo ha spiegato che, appena si sono resi conto che il figlio non era a letto, lui e sua moglie hanno iniziato a cercarlo. “Dapprima solo io e la mamma, la mia compagna. Poi, dall’alba, abbiamo coinvolto anche i vicini“, ha spiegato. Dopo un paio d’ore lo hanno sentito piangere: “Abbiamo fatto rumore con le pentole, abbiamo gridato, ma niente. A quel punto abbiamo avuto paura“.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Bimbo scomparso nel Mugello, arriva la notizia che tutti aspettavano. Nicola è vivo!

LEGGI ANCHE: Nicola Tanturli è tornato a casa, il papà: “Mi è saltato subito sul collo”

Nonostante questo, non hanno lanciato l'allarme perché erano convinti di poterlo ritrovare all'alba, quando si sarebbe svegliato. “Pensavamo si fosse addormentato vicino a casa”, ha detto il papà di Nicola. Il bambino era invece lontano quasi tre chilometri in linea d'aria. Ma per fortuna tutto è andato bene.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Bambino ritrovato al Mugello, l'abbraccio con la mamma

LEGGI ANCHE: Mugello, i punti oscuri nella scomparsa del piccolo Nicola

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli