Il Papa domani a San Paolo fuori le mura per settimana ecumenica

Ska

Città del Vaticano, 24 gen. (askanews) - Domani, sabato 25 gennaio, alle 17.30 nella Basilica di San Paolo fuori le Mura, il Papa presiederà la celebrazione dei Secondi Vespri della Solennità della Conversione di San Paolo Apostolo, a conclusione della Settimana di Preghiera per l'Unità dei Cristiani sul tema: "Ci trattarono con gentilezza" (Atti degli Apostoli 28, 2).

Il tema scelto, elaborato quest'anno dalla Chiesa di Malta, fa riferimento all'ospitalità che i maltesi offrirono a San Paolo dopo un naufragio, episodio narrato negli Atti degli Apostoli.

"Oggi, il mare sul quale fecero naufragio Paolo e i suoi compagni è ancora una volta un luogo pericoloso per la vita di altri naviganti", ha detto il Papa all'udienza generale di mercoledì scorso. "In tutto il mondo uomini e donne migranti affrontano viaggi rischiosi per sfuggire alla violenza, per sfuggire alla guerra, per sfuggire alla povertà. Come Paolo e i suoi compagni sperimentano l'indifferenza, l'ostilità del deserto, dei fiumi, dei mari... Tante volte non li lasciano sbarcare nei porti. Ma, purtroppo, a volte incontrano anche l'ostilità ben peggiore degli uomini. Sono sfruttati da trafficanti criminali: oggi! Sono trattati come numeri e come una minaccia da alcuni governanti: oggi! A volte l'inospitalità li rigetta come un'onda verso la povertà o i pericoli da cui sono fuggiti".