Il Papa e i guardiani del bosco, Amazzonia tra poesia e reportage

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Città del Vaticano, 18 mar. (askanews) - Anamei, secondo la tradizione degli Harakbut, popolo dell'Amazzonia peruviana che vive sulle rive del fiume Madre de Dios e Inambari, è l'albero che ha salvato il popolo dall'incendio che stava distruggendo il mondo. Ora la popolazione Harakbut rischia l'estinzione a causa dell'estrazione dell'oro. Amami diventa così il simbolo della resistenza dell'Amazzonia ed è il titolo del documentario realizzato dal film maker Alessandro Galassi.

"Anamei è un documentario che racconta di alberi, di uomini e di Dio con uno sguardo amorevole sulla bellezza del mondo e delle persone", spiega il regista.

Il documentario, il cui trailer è appena stato lanciato su Youtube, mescola poesia e reportage, le voci di una radio indigena che porta avanti i valori della comunità a rischio estinzione e le immagini delle miniere illegali che stanno cancellando ettari di foresta, la calma di una navigazione sul Rio delle Amazzoni e la violenza delle bambine obligate a prostituirsi nelle baraccopoli dei minatori, i guardiani del bosco e i loro aggressori, l'Amazzonia e Roma.

Sì perché la vicenda amazzonica è inestricabilmente legata a papa Francesco, una figura che quasi si sovrappone all'alberto Anamei. Il documentario alterna il racconto sulle due sponde dell'Atlantico e segue Jorge Mario Bergoglio: la visita del pontefice argentino a Puerto Maldonado (capitale di Madre de Dios) durante il suo viaggio in Perù nel gennaio del 2018, la celebrazione del Sinodo per l'Amazzonia nell'ottobre del 2019, e infine il tempo della pandemia del Covid-19, con la preghiera solitaria di papa Francesco a Piazza San Pietro il 27 marzo dell'anno scorso, conclusa con una benedizione urbi et orbi: "Ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e disorientati, ma nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme, tutti bisognosi di confortarci a vicenda. Su questa barca... ci siamo tutti". A Roma come sul Rio delle Amazzoni.

Nei prossimi mesi Anamei sarà presentato in diversi festival in Italia e in America latina.