Il Papa elogia gli hospice: praticano la terapia della dignità

Ska

Città del Vaticano, 30 gen. (askanews) - Il Papa ha elogiato gli hospice, nel corso dell'udienza alla congregazione della Dottrina della fede, riunita in questi giorni in plenaria per riflettere sulla cura delle persone nelle fasi critiche e terminali della vita, auspicando che vi si pratichi la "terapia della dignità" delle persone che si avvicinano alla morte.

"Santa Teresa di Calcutta, che ha vissuto lo stile della prossimità e della condivisione, preservando, fino alla fine, il riconoscimento e il rispetto della dignità umana, e rendendo più umano il morire, diceva così: 'Chi nel cammino della vita ha acceso anche soltanto una fiaccola nell'ora buia di qualcuno non è vissuto invano'", ha detto il Papa. "A tale riguardo, penso a quanto bene fanno gli hospice per le cure palliative, dove i malati terminali vengono accompagnati con un qualificato sostegno medico, psicologico e spirituale, perché possano vivere con dignità, confortati dalla vicinanza delle persone care, la fase finale della loro vita terrena. Auspico che tali centri continuino ad essere luoghi nei quali si pratichi con impegno la 'terapia della dignità', alimentando così l'amore e il rispetto per la vita".