Il Papa ha incoraggiato gli ospedali cattolici in Thailandia -2-

Ska

Roma, 21 nov. (askanews) - Il professore Tanin Intragumtornchai, direttore del St. Louis di Bagkok, ha ringraziato il Papa per la sua visita a nome del suo ospedale e di altri nosocomi cattolici in Thailandia (Saint Mary, Camillian e San Camillo).

"Così come gli ospedali cattolici, la Chiesa cattolica in Thailandia ha chiaro che non siamo ospedali per fare soldi", ha detto il direttore della struttura nell'incontro con il Papa al quale hanno partecipato, nell'auditorium, 700 persone tra medici, infermieri e personale dei diversi ospedali. "Non siamo mai entrati nella concorrenza commerciale ma abbiamo tentato di fare il nostro meglio per diffondere la Buona novella d Cristo specialmente tramite l'amore e la compassione. Come ha detto una volta Sua Santità, l'amore è la migliore medicina per curare non solo il corpo ma anche l'anima e noi realizziamo che questa è la nostra missione. Promuoviamo con i medici i valori al cuore della nostra missione, ossia il fatto che i pazienti vengono per primi, il rispetto della dignità umana, il fatto che tutte le persone sono uguali, che siano ricche o povere, bianche o nere. Trattiamo tutti con gl stessi standard medici, come richiesto dal motto del St Louis: Ubi Caritas, Ibi Deus Est".