Il Papa: preghiamo che il governo porti avanti la Patria

Ska

Città del Vaticano, 16 set. (askanews) - "Chi di noi ha pregato per i governanti? Chi di noi ha pregato per i parlamentari? Perché possano mettersi d'accordo e portare avanti la patria?". Così Papa Francesco, nella messa mattutina a Casa Santa Marta, dopo avere evocato la recente crisi di governo in Italia.

"Sembra che lo spirito patriottico non arrivi alla preghiera; sì, alle squalificazioni, all'odio, alle liti, e finisce così. 'Voglio dunque che in ogni luogo gli uomini preghino alzando al cielo mani pure, senza collera e senza polemiche'", ha detto Francesco, citando San Paolo. "Si deve discutere e questa è la funzione di un Parlamento, si deve discutere ma non annientare l'altro; anzi si deve pregare per l'altro, per quello che ha un'opinione diversa dalla mia".