Il Papa sulle fake news: pericolo per la convivenza civile

Ska

Città del Vaticano, 27 set. (askanews) - Papa Francesco mette in guardia dalla possibilità, offerta dall'intelligenza artificiale, di far circolare "opinioni tendenziose e dati falsi, 'avvelenare' i dibattiti pubblici e, persino, manipolare le opinioni di milioni di persone, al punto di mettere in pericolo le stesse istituzioni che garantiscono la pacifica convivenza civile".

L'occasione è l'udienza al seminario "Il bene comune nell'era digitale" organizzato dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale e dal Pontificio Consiglio della Cultura, al quale partecipano rappresentanti dei big tech.

Il Papa ha messo in luce, tra l'altro, "i vantaggi e i rischi associati all'uso delle intelligenze artificiali nei dibattiti sulle grandi questioni sociali. Da una parte - ha detto Jorge Mario Bergoglio - si potrà favorire un più grande accesso alle informazioni attendibili e quindi garantire l'affermarsi di analisi corrette; dall'altra, sarà possibile, come mai prima d'ora, fare circolare opinioni tendenziose e dati falsi, "avvelenare" i dibattiti pubblici e, persino, manipolare le opinioni di milioni di persone, al punto di mettere in pericolo le stesse istituzioni che garantiscono la pacifica convivenza civile. Per questo - ha detto il Papa - lo sviluppo tecnologico di cui siamo tutti testimoni richiede da noi che ci riappropriamo e che reinterpretiamo i termini etici che altri ci hanno trasmesso".