Il Pd contro la Rai: "Da Vespa uno spot pro Salvini"

Il segretario del Pd Nicola Zingaretti (REUTERS/Ciro de Luca)

Pd e Iv attaccano la Rai dopo la messa in onda di un'anticipazione dell'intervista di Matteo Salvini a Porta a Porta nell'intervallo di Juventus-Roma di Coppa Italia.

"Un solitario comizio" secondo il segretario del Pd Nicola Zingaretti. "Rai mai così in basso, altro che libertà e autonomia e lo chiamano servizio pubblico", aggiunge. Non ci sta nemmeno il segretario della commissione di vigilanza, Michele Anzaldi, di Italia Viva, che suggerisce di chiedere di "rimuovere Foa dal cda per dare all'azienda un vero presidente di garanzia".

VIDEO - Chi è Nicola Zingaretti?

A tarda sera Bruno Vespa ammette una "svista" nel concedere a Salvini più spazio e promette che proporrà alla rete "di riequilibrare le posizioni".

"Secondo le tradizioni di 'Porta a porta' - scrive in una nota Bruno Vespa - martedì 21 e mercoledì 22 Nicola Zingaretti e Matteo Salvini sono stati nostri ospiti entrambi per 53 minuti. Identico tempo in video e in voce abbiamo dato a Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni, non trascurando di dar brevemente voce anche alle liste minori". E prosegue: "Gli spot con Zingaretti e con Salvini sono andati entrambi in onda nell'intervallo delle partite di Coppa Italia. Per una svista della redazione - di cui mi assumo come sempre la responsabilità - il tempo di parola di Salvini è stato maggiore di quello di Zingaretti (che ha condiviso lo spazio con Giorgia Meloni) e di maggiore impatto politico".

Conclude la nota di Vespa: "Proporrò alla direzione di Raiuno di riequilibrare le posizioni giovedì 23 nello spot di 'Porta a porta' che andrà durante 'Don Matteo'".

VIDEO - Chi è Matteo Salvini?