Il PD dovrebbe anticipare le primarie

Enrico Letta
Enrico Letta

Niente primarie a marzo, come di consuetudine. Il Partito Democratico (PD) vorrebbe anticiaparle e si pensa a metà febbraio. Letta è omai sconfitto anche nelle decisioni interne al partito che guida nonostante sia dimissionario.

Primarie PD, il partito dovrebbe anticiparle: si pensa a febbraio

Enrico Letta è ai ferri corti e vorrebbe anticiapare di molto le primarie del PD. Il leader dimissionario dem aveva pensato di lasciare il suo ruolo entro la fine di gennaio 2023. Gli altri vertici di partito non hanno però voluto dare ascolto a quello che è ancora il loro leader e hanno sì anticipato, ma a febbraio. La data che si ipotizza è il 19 febbraio 2023. Nulla però è ancora ufficiale.

Il centrosinistra ha bisogno urgentemente di una nuova leadership

Per quanto riguarda i nomi, nè il leader dem nè altri esponenti del partito hanno rilasciato dichiarazioni. Ciò che conta sono le idee e non i nomi. Il PD sta perdendo parecchio terreno nei sondaggi politici e c’è fretta di rinnovarsi per pensare ad una strategia per riportare quello che è il principale partito del centrosinistra di nuovo al primo posto nelle intenzioni di voto degli italiani. Visto lo sprint del Movimento 5 Stelle sarà dura, ma da qui alle prossime elezioni dovrà passare ancora molta acqua sotto i ponti.