Il Perù tra i paesi più vulnerabili al climate change

·1 minuto per la lettura
featured 1532135
featured 1532135

Milano, 27 ott. (askanews) – Siccità alternata ad alluvioni. Il Perù è uno dei paesi più vulnerabili ai cambiamenti climatici, il susseguirsi di fenomeni estremi sta duramente colpendo la popolazione ma anche mettendo a rischio l’enorme diversità ecologica del paese.

Dobbiamo pensare che il 10% della popolazione del Perù è colpita in maniera diretta o indiretta dai cambiamenti climatici. Gli agricoltori se non hanno fonti di acqua devono cercare alternative per poter sopravvivere” spiega Jorge Baca dell’organizzazione per i migranti.

In Perù si trovano il 70% della biodiversità mondiale e il 71% dei ghiacciai tropicali del mondo e gli effetti dell’innalzamento delle temperature sono già evidenti nell’impressionante ritiro dei ghiacciai degli ultimi anni e nell’aumento esponenziale di fenomeni atmosferici intensi a cominciare dal Nino che nel 2017 ha costretto migliaia di persone ad abbandonare le proprie case e a vivere in accampamenti di fortuna.

“In realtà là era meglio perchè potevano usufruire dei servizi di base. Avevamo la scuola vicina, l’ospedale vicino, i nostri campi da coltivare vicini, tutto era a portata di mano. Invece qui dove siamo ora, e ci siamo da quattro anni siamo esposti alle intemperie” racconta Leopoldo Namuche Ramos che vive nell’accampamento di Santa Rosa.

Il Governo avvertendo la necessità di prendere le precauzioni necessarie per anticipare e affrontare le possibili catastrofi, cerca di mettere in campo delle risposte ma tutto sembra arenarsi di fronte agli interessi economici.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli