Il Perú rischia l'esclusione dai Mondiali: l'Italia torna a sperare

1 / 2

Il Perú rischia l'esclusione dai Mondiali: l'Italia torna a sperare

Una proposta di legge rischia di provocare un ribaltone, estromettendo il Perú: l'ipotesi ripescaggio per l'Italia potrebbe diventare concreta.

Dal pianto alla gioia, dall'eliminazione al ripescaggio? Difficile, improbabile, ma non impossibile. Un clamoroso scenario che si apre in Perú, dove un problema sorto negli ultimi giorni tra la politica e la Federazione locale potrebbe aprire all'Italia la strada della Russia.

La rivelazione arriva dal quotidiano peruviano 'Libero', secondo il quale dissidi con la FIFA potrebbero portare all'esclusione della nazionale di Gareca dai Mondiali. Una vera e propria beffa, per una squadra che non partecipava a una fase finale dal 1982 e che la qualificazione se l'è conquistata sul campo, dopo il doppio spareggio contro la Nuova Zelanda.


L'inghippo risiede nella proposta di legge di Paloma Noceda, presidente della commissione Istruzione, Gioventù e Sport del parlamento della Capitale Lima: la deputata vorrebbe che la Federcalcio locale (FPF) passasse sotto il controllo dell'Istituto peruviano dello sport, un organismo statale.

Una situazione proibita dalla FIFA, che vieta qualsiasi legame tra Federazioni calcistiche e politica. E che già in passato è arrivata a sanzionare nazionali (minori) o addirittura a sospenderle da ogni competizione: accadde ad esempio con la Nigeria, nel 2014, poco dopo i Mondiali brasiliani.

"Potrà anche esserci preoccupazione da parte della FIFA - le parole della Noceda, come riporta lo stesso quotidiano - però dobbiamo fare le cose in funzione del bene dello sport peruviano". Insomma, avanti tutta. Anche se ciò potrebbe portare a uno scenario sportivamente catastrofico.

E qui, ovviamente, entra in gioco l'Italia. Ovvero una delle nazionali che non sono riuscite a ottenere il pass per i Mondiali. Non l'unica: da capire se in caso di (per ora ipotetica) esclusione del Perú la FIFA premierebbe proprio la nazionale azzurra a dispetto ad esempio del Cile, dell'Olanda, della stessa Nuova Zelanda.

La Roja, superata nel girone sudamericano proprio dal Perú, è in una posizione più avanzata rispetto all'Italia nel Ranking FIFA di novembre; i neozelandesi chiederebbero invece il posto in quanto nazionale sconfitta nello spareggio dai peruviani. Ma intanto l'Italia torna a sperare. Flebilmente, ma torna a sperare.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità