Il pestaggio del nordafricano sarebbe avvenuto lunedì scorso in una via di Mortara

Inutile ogni cura per la vittima di un pestaggio nel Pavese
Inutile ogni cura per la vittima di un pestaggio nel Pavese

Picchiato e lasciato per strada nel Pavese: è morto dopo una lunga agonia in ospedale e di lui ancora non si sa chi fosse in vita. Il pestaggio del nordafricano che è spirato in queste ore sarebbe avvenuto lunedì scorso in una via di Mortara e l’uomo è deceduto, come si apprende dall’Ansa, al Policlinico di Pavia. La vittima del presunto pestaggio era stata soccorsa lunedì scorso in una via di Mortara, in provincia di Pavia, in Lomellina.

Picchiato e lasciato per strada nel Pavese

Lì l’uomo era stato abbandonato seminudo dopo essere stato picchiato. I media spiegano che le sue condizioni erano apparse “molto gravi sin dal momento del suo arrivo nel reparto di Rianimazione del San Matteo”. E purtroppo alla fine l’esito estremo è giunto: nonostante le cure dei medici, non c’è stato nulla da fare.

Identità della vittima ancora sconosciuta

E c’è anche l’amarezza finale di non sapere chi sia morto, la vittima infatti non è stata ancora identificata: con sé “non aveva documenti, all’apparenza sembrava un uomo sui cinquant’anni di origine nordafricana”. I soccorritori che lo hanno rinvenuto verso le 5 di lunedì 22 novembre hanno solo constatato che era privo di sensi. Le ferite riscontrate dai medici hanno fatto pensare a un probabile pestaggio, avvenuto durante la notte senza nessun testimone. I carabinieri della territoriale hanno avviato le indagini per risalire all’identità del ferito e ricostruire il crimine.