Il piano di evacuazione Usa accelera, il rebus del ritiro

·2 minuto per la lettura

AGI - Il piano per l'evacuazione dell'Afghanistan accelera, mentre la scadenza del 31 agosto si avvicina. La Casa Bianca ha comunicato che lunedì, dalle tre del mattino alle tre del pomeriggio, sono state 10.900 le persone evacuate dall'aeroporto di Kabul, un numero che fa salire il numero delle persone portate via dal Paese a circa 53.000 da luglio, 48.000 da quando le evacuazioni sono state intensificate il 14 agosto scorso, il giorno prima della conquista talebana di Kabul. Intanto, secondo quanto riportato dai media americani, diversi consiglieri avrebbero suggerito al presidente Joe Biden rispettare la data fissata per completare il ritiro.

La minaccia terroristica

Membri dello staff del presidente hanno monitorato le potenziali minacce terroristiche, arrivando alla conclusione che la situazione di caos generata fuori dall'aeroporto internazionale di Kabul, dove sono ammassate migliaia di persone in attesa di un imbarco per lasciare il Paese, potrebbe provocare attacchi da parte dell'Isis e di altre organizzazioni terroristiche.

La scadenza del 31 agosto

Sempre secondo quanto riportato dai media, il Pentagono avrebbe suggerito a Biden di decidere comunque entro martedì se procrastinare o meno la data del 31 agosto. Questo per consentire una pianificazione più attenta dell'evacuazione e per consentire ai militari di prevedere qualche giorno in più per portar via da Kabul quante più persone possibili prima che si completi il ritiro delle truppe. Ulteriori pressioni sul presidente nel giorno del G7, il vertice straordinario per prendere una decisione sulla data in cui si dovrà lasciare definitivamente l'Afghanistan.

Incertezza sulla presenza americana

Per il Pentagono al momento tra le persone che hanno lasciato l'aeroporto di Kabul ci sono "alcune migliaia" di cittadini statunitensi, oltre a migliaia di afghani che avevano collaborato con gli Stati Uniti, richiesto o ricevuto visti di immigrazione, altri afghani che temono rappresaglie talebane per aver lavorato per Ong o per i media. Il portavoce del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, John Kirby, al momento non fornito un numero preciso sul numero di americani evacuati.

"Uscire al più presto"

Kirby sottolineato però che l'obiettivo rimane quello di ritirare tutte le forze statunitensi da Kabul entro il 31 agosto, la scadenza fissata dal presidente Joe Biden per un ritiro militare completo dall'Afghanistan. Alla vigilia della riunione virtuale del G7 sull'Afghanistan, Kirby non ha escluso una proroga della scadenza. Per gli Stati Uniti, "l'obiettivo è quello di far uscire quanta più gente possibile, il più rapidamente possibile", ha detto. E inoltre "cercare di fare tutto il possibile entro la fine del mese".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli