Il piano invernale di Johnson

·2 minuto per la lettura
Boris Johnson
Boris Johnson

Boris Johnson ha anticipato alcuni aspetti del piano invernale per la gestione del Covid. Non ci saranno nuovi lockdown.

Covid, Boris Johnson: il piano invernale per la gestione della pandemia

Boris Johnson ha anticipato alcuni aspetti del piano invernale per la gestione del Covid, che annuncerà ufficialmente in questi giorni. Non ci saranno altri lockdown, ma si potrebbe tornare all’obbligo delle mascherine e ai passaporti vaccinali in Gran Bretagna. Il premier, come riportato da Skynews, ha affermato che la “pandemia è tutt’altro che finita” ma il paese è “in grado di convivere con il virus“. In Gran Bretagna hanno inziato a convivere normalmente con il virus, ma non è escluso che nei prossimi mesi possano arrivare nuove restrizioni, come l’obbligo di smart working e il distanziamento sociale, nel caso in cui dovessero aumentare i casi.

Covid, Boris Johnson: “Siamo in grado di convivere con il virus”

Boris Johnson ha lanciato un avvertimento. “La pandemia è tutt’altro che finita” ha dichiarato, per cui potrebbe esserci un nuovo aumento dei contagi. Nonostante questo è convinto di poter convivere con il virus. “Grazie al nostro fenomenale programma di vaccini, ai nuovi trattamenti e ai test, siamo in grado di convivere con il virus senza restrizioni significative alle nostre libertà” ha dichiarato il premier. Inoltre, ha annunciato una terza dose di vaccino per milioni di persone anziane, per rallentare le infezioni invernali. In prima linea gli over 80 e le persone vulnerabili, seguiti dagli over 50.

Covid, Boris Johnson: no al Green pass

Boris Johnson è deciso a non introdurre nuove restrizioni, ritenendo che la campagna vaccinale sia già un’ottima arma contro la diffusione del virus. La percentuale di popolazione che ha completato il ciclo è del 65,7%, per un totale di 44 milioni vaccinati. Il premier ha deciso di riaprire tutto dal mese di luglio, nel mezzo della terza ondata, ma non ci sono stati peggioramenti. Gli esperti si aspetta vano 200 mila contagi al giorno, ma in realtà ce ne sono stati solo 30mila. Ora Johnson ha deciso di dire no al Green pass, tornando ad una momentanea e si spera duratura normalità.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli