##Il piano investimenti Ue per una transizione energetica equa -4-

Loc

Bruxelles, 13 gen. (askanews) - In questo quadro, l'Italia potrebbe proporre di ricorrere al Fondo per la Transizione giusta per la riconversione di diversi impianti industriali oggi alimentati a carbone, e in particolare per la decarbonizzazione dell'ex Ilva di Taranto, secondo un progetto a cui ha accennato più volte, recentemente, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il regolamento sul Meccanismo prospetta anche una revisione delle norme Ue sugli aiuti di Stato, con un allargamento delle maglie per i sussidi pubblici alle imprese che possono essere giustificati con gli obiettivi climatici e della transizione energetica.

Da notare che la bozza prevede esplicitamente, all'articolo 5 del regolamento, che siano escluse dal sostegno del Fondo di transizione le centrali nucleari (sia la loro costruzione che il loro smantellamento), e "gli investimenti relativi alla produzione, la trasformazione, la distribuzione, lo stoccaggio o la combustione di combustibili fossili". Altre attività escluse sono poi le riconversioni nella coltivazione del tabacco e, riguardo al settore delle telecomunicazioni, gli investimenti nella banda larga in aree in cui esistono già almeno due altre reti equivalenti.(Segue)