Il piano per uccidere il Premier della Sassonia e la deriva violenta dei No Vax in Germania

·4 minuto per la lettura
Telegram
Telegram

La deriva no vax in Germania sta prendendo una piega sempre più violenta. La Bbc riporta che la polizia tedesca, mercoledì scorso, ha dovuto attuare una serie di raid per sgominare una rete di antivaccinisti che stavano programmando l’omicidio del primo ministro della Sassonia Michael Kretschmer e di altri membri del governo.

“Dresden Offlinevernetzung”: questo il nome della chat dove i circa 100 partecipanti, a Dresda, capitale della Sassonia, avevano iniziato a pianificare l’uccisione dei membri dell’esecutivo. I no vax, nel gruppo, criticavano violentemente le restrizioni contro il coronavirus, anche quelle introdotte di recente per contrastare la diffusione della variante Omicron. I poliziotti hanno perquisito le abitazioni di diversi militanti di estrema destra, sospettati di aver tramato atti di violenza con balestre o altre “armi perforanti”.

In un comunicato, la polizia ha affermato che considerava concreti i piani del gruppo di uccidere Kretschmer anche perché i partecipanti si erano incontrati dal vivo in alcuni parchi della città, come scrive la Bbc e come ha riferito l’emittente pubblica tedesca ZDF, per discuterne. Gli arresti sono avvenuti circa una settimana dopo che proprio la tv pubblica ZDF aveva parlato del gruppo in un servizio molto discusso, in cui i giornalisti si erano infiltrati in un gruppo di circa 100 persone che comunicavano tramite l’app di messaggistica.

La polizia ha intercettato il presunto amministratore della chat, che si faceva chiamare “Daniel”, il quale ha usato il gruppo per cercare “patrioti” che avrebbero dovuto agire contro il governo “con la forza delle armi, se necessario”. In una conversazione risalente alla fine di agosto 2021, l’uomo aveva scritto di aver comprato una carabina “Sharps Civilian” a retrocarica, “a 18 anni, senza Wbk (porto d’armi, ndr) necessaria”, di essere in possesso di armi da taglio e balestre e ha più volte ha espresso la volontà di uccidere politici, agenti di polizia e personale dei centri di vaccinazione.

Gruppo telegram
Gruppo telegram

Oggi il gruppo su Telegram risulta nettamente prosciugato, solo sei i membri all’interno, diversa l’immagine del profilo. Ma non mancano i messaggi estremisti: “Abbasso i comunisti”, scrive un utente.

Dresden Offlinevernetzung (Photo: Dresden Offlinevernetzung)
Dresden Offlinevernetzung (Photo: Dresden Offlinevernetzung)

Il quotidiano Süddeutsche Zeitung ha scritto che la vicenda potrebbe essere “solo la punta dell’iceberg” di chat simili che si possono trovare su Telegram, un’app di messaggistica online russa che anche in Italia viene spesso utilizzata dai no vax per scambiare informazioni e concordare i dettagli delle proprie manifestazioni.

Che tutto questo stia avvenendo in Sassonia non è un caso. Proprio la Sassonia, infatti, ha il tasso di vaccinazione più basso di tutta la Germania, con il 61,9% della popolazione che ha ricevuto la prima dose, e il secondo più alto tasso di incidenza di infezione. Solo la vicina Turingia ha un tasso di incidenza più elevato.

Ma anche tutto il resto del Paese non è nuovo a proteste da parte dei no vax. Lunedì sera, circa 3.500 persone hanno manifestato nella città orientale di Magdeburgo, al grido di “pace, libertà, nessuna dittatura”. Il 12 dicembre ci sono state manifestazioni violente in varie città, al termine delle quali 16 poliziotti sono rimasti feriti. Il mese scorso, un gruppo di manifestanti ha tenuto una fiaccolata fuori dalla casa del ministro degli Interni, in quello che è stato visto come una minaccia implicita di violenza contro il politico, e a settembre un centro di vaccinazione in Sassonia è stato oggetto di un incendio doloso.

All’inizio della pandemia il governo sassone e Kretschmer si erano mostrati piuttosto critici sulle restrizioni severe contro il coronavirus. Kretschmer, che ha 47 anni e fa parte della CDU, il partito della ex cancelliera Angela Merkel, ha però progressivamente cambiato idea, soprattutto quando i contagi in Germania hanno iniziato a salire vertiginosamente nelle ultime settimane. Tra gli altri provvedimenti, è stato uno dei primi primi ministri a vietare i mercatini di Natale nel proprio stato, per esempio.

In Germania le vaccinazioni diventeranno obbligatorie dal 16 marzo 2022 per le persone che lavorano negli ospedali, nelle case di cura e in altri studi medici. Dopo l’annuncio, almeno una dozzina di lettere minatorie contenenti pezzi di carne sono state inviate a politici, media e istituzioni pubbliche. Secondo l’emittente berlinese RBB Info, le lettere minacciavano una “sanguinosa resistenza” contro le nuove misure. Martedì scorso, un alto funzionario dello stato della Bassa Sassonia, nel nord della Germania, ha affermato che l’app di messaggistica dovrebbe essere rimossa dagli store Apple e Google, se si fosse rifiutata di aiutare a contrastare la diffusione di contenuti estremisti.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli