Il piccolo pit bull seviziato a Gela non ha retto alle torture inflitte dai criminali

·2 minuto per la lettura
È morto Tyrion, il cucciolo salvato da tre teppisti che volevano impiccarlo
È morto Tyrion, il cucciolo salvato da tre teppisti che volevano impiccarlo

È morto Tyrion, il cucciolo di Pit Bull salvato a Gela da tre teppisti minorenni che volevano impiccarlo. Il cane ha provato a resistere alle sofferenze inferte al suo corpicino prima del salvataggio ma alla fine ha ceduto. A darne triste menzione l’associazione Vita Randagia Onlus. Un finale tristissimo, quello della storia di Tyrion, finale come purtroppo tanti, troppi ancora. Era stato salvato dalle attenzioni barbare di tre ragazzini che volevano impiccarlo ad un cartellone segnaletico. Lo sconcio si stava per consumare nei pressi della stazione ferroviaria di Gela.

È morto Tyrion: il salvataggio

E Tyrion, con la forza della disperazione, aveva provato a divincolarsi, a difendersi e a sfuggire alla corda che lo strangolava, ma invano. Il terzetto non aveva desistito dal proposito di vederlo soffrire. I lamenti del cucciolo avevano attirato l’attenzione di una ragazza che, intuendo dal balcone cose fosse successo, aveva allarmato alcuni passanti che avevano messo in fuga i tre barbari. Tyron, dolorante ed impaurito era stato preso in cura da alcune persone. Affidato alle cure di una clinica veterinaria, aveva lottato fra la vita e la morte ed ha perso. La malvagità dei suoi aguzzini alla fine ha prevalso sulla sua voglia di vivere.

Le ultime immagini del cucciolo

Le ultime immagini di Tyrion sono state diffuse proprio dalla Onlus. Sono immagini che mostrano tutto quello che un essere vivente non dovrebbe mai patire ad opera dell’uomo: il cucciolo vi è ritratto emaciato e privo di energie, oltre che affetto da parvovirosi. Toccante ed accorata la testimonianza social di Sandra, sulla pagina della onlus, che chiede una legislazione più dura ed incisiva. “Il cucciolo è arrivato in clinica in condizioni gravissime e non ce l’ha fatta. Chissà quante glie ne hanno fatte! Che tu possa trovare la pace lassù. (…) Vorrei richiamare l’attenzione di chi fa le leggi e di chi le applica. Vorrei farlo per dire che è chiaro che a voi non frega niente degli animali. Volete almeno capire che questi soggetti sono pericolosi?”.