Il portavoce del Cremlino Peskov spiega che avverrà solo se gli Usa daranno garanzie di sicurezza

Joe Biden e Vladimir Putin
Joe Biden e Vladimir Putin

Flebili spiragli di speranza che la guerra della Russia all’Ucraina possa avviarsi verso una fase di cessazione delle ostilità sul campo, per Mosca ci potrebbero essere i presupposti per dei colloqui Putin-Biden ma a precise condizioni. Premessa: le “retromarce” di Peskov in ordine ad intenti non sempre molto chiari sono famose a livello planetario.

I presupposti per dei colloqui Putin-Biden

A dettare quelle condizioni è stato in queste ore il portavoce del Cremlino Peskov che ha spiegato spiega che questo avverrà solo se gli Usa daranno garanzie di sicurezza. Che significa? Partiamo dallo storico: Ansa conferma che i colloqui tra il Presidente russo Vladimir Putin e il suo omologo Usa Joe Biden “potrebbero avere luogo se gli Stati Uniti fossero disposti ad ascoltare le preoccupazioni russe”.

Le dichiarazioni di Peskov alla Tv Rossiya-1

A far quello ed a tornare a “discutere di garanzie di sicurezza”. Sono state queste le parole precise con cui il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha disegnato los cenario. Peskov lo ha fatto in un’intervista alla Tv Rossiya-1 riportata dalla Tass. Ha detto l’uomo “dello zar” quando gli è stato chiesto quale potrebbe essere la piattaforma per i colloqui: “La volontà degli Stati Uniti di ascoltare le nostre preoccupazioni”.