Il portavoce Peskov parla del week end in Siberia del presidente russo

·1 minuto per la lettura
"Putin ha sempre con sé la valigetta nucleare”
"Putin ha sempre con sé la valigetta nucleare”

“Putin ha sempre con sé la valigetta nucleare”. Lo assicura il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. Lo ha affermato in risposta ad una domanda sul grado di operatività del presidente russo in occasione dell’ultimo week end trascorso in Siberia. La domanda mirava ad accreditare una sorta di ‘stand by’ rafforzato dopo i recenti screzi con gli Usa di Joe Biden. In realtà il presidente russo non si separa mai, in nessuna circostanza, dagli strumenti di comunicazione convenzionale e strategica. Ad ogni modo Dmitry Peskov ha risposto chiaramente che “si, il presidente russo Vladimir Putin ha sempre con sé gli strumenti di comunicazione necessari. Compresi quelli strategici, ovunque si trovi”.

Putin e la valigetta nucleare in Siberia

E la domanda era molto più mirata, visto che riguardava esattamente la “valigetta nucleare”. E con essa il weekend trascorso da Putin in Siberia con il suo ministro della Difesa Serghei Shoigu, dopo la replica a Biden sul caso elezioni Usa. Della mini vacanza è on line un dettagliato reportage fotografico. “Tutti gli strumenti di comunicazione necessari, comprese le comunicazioni strategiche, sono sempre con il presidente ovunque si trovi, sia in Russia che in qualsiasi altro Paese del mondo”. Sia il book che la domanda sulla valigetta, fatta trapelare con sagacia, potrebbero rientrare in una strategia di diplomazia muscolare che a Mosca non è certo sconosciuta.

Nessun contatto con Joe Biden

Dopo il rifiuto di Biden di avere un confronto con Putin e la definizione di “killer” data dal capo della Casa Bianca sul suo omologo del Cremlino i due paesi sono ai ferri corti. Peskov lo ha confermato: “Non è previsto oggi nessun contatto tra Vladimir Putin e il presidente Usa Joe Biden poiché non vi è nessuna disponibilità da parte degli Usa”.