Il Portogallo vuole tassare le pensioni: per gli stranieri un'imposta del 10%

HuffPost
Ponta Delgada, AZORES - PORTUGAL - OCTOBER 17, 2019. Group of senior women enjoying day close to the sea, swimming and sunbathing in the island of Sao Miguel in Azores.

“Gli stranieri con lo status di residenti non regolari non saranno più esentati dalle tasse e dovranno pagare imposte con un’aliquota del 10% sulle loro entrate”. A dirlo è stata Catarina Mendes, leader del gruppo socialista portoghese in Parlamento, e sono parole che fanno tremare i nostri pensionati trasferiti in Portogallo. 

Negli ultimi anni, infatti, sono stati moltissimi i pensionati italiani (ma anche tedeschi e francesi) che hanno deciso di cambiare residenza e volare sulle rive dell’Oceano Atlantico. Le motivazioni possono essere ritrovate certamente nel clima così come nel basso costo della vita. Ma, soprattutto, a spingerli verso la penisola iberica è l’esenzione delle tasse sulla pensione per dieci anni. Per ottenere tale agevolazione basta risultare come residente “non abituale”, ovvero trascorrere almeno sei mesi più un giorno l’anno nel paese e non essere mai stato tassato come residente abituale nei cinque anni precedenti la richiesta, da inoltrare all’Agenzia delle Entrate portoghese. 

Ebbene, dalle parole pronunciate dalla leader socialista sembrerebbe che le cose cambieranno molto in fretta. L’emendamento deve essere ancora votato in Parlamento, dove però i socialisti detengono 108 seggi sui 230 complessivi e, quindi, non risulterebbe complesso ottenere una maggioranza. 

Continua a leggere su HuffPost