Il povero giovane di Cessalto risiedeva a poche decine di metri dal luogo dove è stato ucciso

Inutile ogni soccorso per Nicola
Inutile ogni soccorso per Nicola

Tragedia della strada a Treviso, dove un uomo viene investito da un’auto mentre insegue il suo cane e così, per prestare cure ed attenzione al suo amico peloso, il povero Nicola Baldo è morto a soli 34 anni. I media spiegano che la vittima, che abitava a Cessalto, risiedeva a poche decine di metri dal luogo dove è stato ucciso, a pochi passi dal luogo dell’investimento mortale, in via Cal Longa.

Investito da un’auto mentre insegue il cane

I primi riscontri e le ricostruzioni dell’accaduto hanno dato una prima idea sommaria dell’accaduto: pare che Nicola stesse camminando quando è stato investito da un’Audi. Ma c’è di più: alcuni testimoni interrogati dalle forze dell’ordine intervenute assieme ai soccorritori hanno spiegato che il cane di Nicola pare fosse scappato proprio lungo via Cal Longa.

La ricerca del suo amico peloso e la morte

E nel tentativo di recuperarlo, il 34enne stava percorrendo la stessa strada quando è sopraggiunta l’Audi e lo ha falciato. I soccorsi sono stati allertati immediatamente sul posto sono giunti medico e team del Suem 118 con ambulanza ed elisoccorso. Purtroppo, a quanto spiegano i media, l’impatto è stato troppo violento e non ha lasciato scampo al giovane uomo. I rilievi sono affidati alla polizia stradale di Treviso che avrebbe appurato come proprio su via Cal Longa c’è il limite di 40 km/h ed è stato anche installato un autovelox per farlo rispettare.