Il premier precisa il senso dell'azione sulla casa al leader del Carroccio che "strappa" ma non lascia

·2 minuto per la lettura
Il premier Mario Draghi
Il premier Mario Draghi

Sulla spinosa questione della riforma del catasto e dello “strappo” in Cdm della Lega che ha fatto insorgere il Pd di Enrico Letta e vacillare l’omogeneità dell’esecutivo il premier Mario Draghi risponde a Matteo Salvini: “Nessuna patrimoniale, questo governo non aumenta le tasse”. Tensione ancora alle stelle nel governo all’indomani del Consiglio dei Ministri disertato dai membri del Carroccio.

Catasto, Draghi risponde a Salvini ed al suo “teorema del sostegno a patto che…”

Il leader Salvini aveva dato fuoco alle polveri dicendo: “Il sostegno della Lega al governo non è in discussione quando si tratta di tagliare le tasse”. E ancora: “Contiamo che il Parlamento tolga qualsiasi ipotesi di riforma del catasto e di patrimoniale sulla casa dalla delega fiscale”. Poi la chiosa in tema di delega fiscale: “La Lega non darà mai il suo ok a un aumento delle tasse”.

Delega fiscale e catasto, Mario Draghi risponde a Salvini: “Non è una patrimoniale”

La replica di Draghi non si è fatta attendere ed è stata replica chiara: “La riforma del catasto non è una patrimoniale“. Il tutto per chiarire che “questo governo non tassa, non tocca le case degli italiani. L’ho detto fin dall’inizio: questo governo non aumenta le tasse”. Ma Salvini aveva scelto la linea della “rottura senza rompere”.

I paletti di Salvini e Draghi che gli risponde in tema di catasto e casa

Quindi aveva detto: “Il passaggio che porta all’emersione del nero e dell’abusivo va benissimo, ma ogni possibilità attuale o futura di un aumento della tassa sulla casa non potrà mai avere il sostegno della Lega. Io sono in questo governo per ridurre le tasse, non per aumentarle, soprattutto su un bene primario come la casa, di cui 8 italiani su 10 sono proprietari di quella in cui vivono”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli