Il presidente del Consiglio annuncia proroga dello stop ai licenziamenti

·1 minuto per la lettura
Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato la proroga del blocco dei licenziamenti fino alla fine di marzo e la gratuità della cassa integrazione Covid. Secondo il premier infatti, la situazione di particolare difficoltà che stanno vivendo i cittadini italiani necessità di una risposta immediata e vigorosa dell’esecutivo, anche al fine di dare un messaggio di speranza nei confronti del mondo del lavoro. Con la misura le settimane di casa integrazione complessive diventeranno quindi diciotto.

Conte, blocco licenziamenti fino a marzo

Parlando in merito alla questione del blocco dei licenziamenti, il capo dell’esecutivo ha dichiarato: “Stiamo vivendo una situazione complessa, con tanta preoccupazione e sofferenza. Per questo il governo ritiene di dover fare uno sforzo finanziario ulteriore e dare un messaggio a tutto il mondo lavorativo di certezza e sicurezza. […] Il blocco dei licenziamenti viene prolungato alla fine di marzo e la cassa Covid sarà gratuita per i datori di lavoro.

Con il seguente provvedimento le settimane di cassa integrazione saranno complessivamente diciotto e forniranno una copertura da gennaio a marzo del 2021 oltre alle sei settimane già previste dal Decreto Ristori. In precedenza tuttavia i datori di lavoro che avessero fatto domanda per ulteriore casse integrazioni senza aver subito subito una riduzione di fatturato pari almeno al 20% avrebbero pagato un contributo addizionale. Con questa modifica annunciata dal presidente del Consiglio invece, quel dettaglio verrà meno e le ulteriori 12 settimane di cassa integrazione fino al prossimo 21 marzo saranno gratuite.