Il presidente del Movimento 5 Stelle non esclude una crisi di governo e spiega la linea del partito

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte

A Piazza Pulita, su La7 Giuseppe Conte lo ha detto con chiarezza: “L’Ucraina ha abbastanza armi, adesso si punti alla pace”. Il presidente del Movimento 5 Stelle non esclude una crisi di governo e spiega la linea del partito, linea che passa per lo stop delle armi all’Ucraina. Il senso è che dall’inizio della guerra scatenata dalla Russia i pentastellati sono stati coerenti e rigidi: la linea delle armi a Kiev era necessaria all’inizio ma non risolutoria per la fine.

Conte: “L’Ucraina ha abbastanza armi”

E il sunto fatto da Giuseppe Conte è stato chiaro: “Credo che ci sia una concentrazione di armamenti in Ucraina sufficiente. Noi abbiamo fatto il nostro. Ora dobbiamo caratterizzarci per essere in prima linea su un altro fronte”. Quale? “Quello di spingere fortemente per un negoziato di pace e una soluzione politica. L’Italia ha tutte le caratteristiche tradizionali in termini di capacità di dialogo per recitare un ruolo in prima fila”. Poi il presidente pentastellato ha delineato la linea del movimento per il futuro prossimo: a parere di Conte bisogna “dare atto” al suo partito di non pensare alle “bandierine ma di fare un discorso chiaro e trasparente”. Così trasparente che l’ipotesi di una crisi di governo non pare affatto scongiurata. “Stiamo vivendo uno scenario di emergenza assolutamente imprevisto”.

“Nuovo scenario, il governo riferisca”

“Il governo era nato per affrontare l’emergenza pandemica e il Pnrr, ma di fronte ad uno scenario imprevisto non possiamo pensare che il governo vada avanti da sé, decidendo di volta in volta cosa fare e come posizionarsi perché non ha un mandato politico“.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli