Il Presidente del Senato lo ha detto in una intervista a La Stampa: "Festa della sinistra"

Ignazio La Russa con il capo dello Stato Sergio Mattarella
Ignazio La Russa con il capo dello Stato Sergio Mattarella

Ignazio La Russa conferma certe aspettative su un conflitto fra ciò che è e ciò che rappresenta: “Non celebrerò il 25 aprile“. Il Presidente del Senato lo ha detto in una intervista a La Stampa: “Festa della sinistra”. Ecco il motivo per cui, come riprende Open, La Russa non ci sarà alle prossime celebrazioni del 25 aprile. Nella chiacchierata con Paolo Colonnello La Russa ha detto che non parteciperà alle celebrazioni “perché lì non si celebra una festa della libertà e della democrazia ma qualcosa appannaggio di una certa sinistra“.

La Russa: “Non celebrerò il 25 aprile”

Durante l’intervista si è parlato anche della sua casa a Milano, vale a dire l’appartamento che “secondo la leggenda apparteneva a Benito Mussolini”. La Russa ha precisato: “Ma il Duce qua non ci ha mai messo piede. La verità è che ero venuto per comprare un attico e mi hanno proposto questo appartamento al primo piano che era stata la sede della Le Petit e che lo aveva conservato come negli anni ’30″.

Il busto della buonanima e i cimeli Urss

E il busto di Mussolini che La Russa conserva in casa? “Quello non è nemmeno un busto. È una statuetta. Apparteneva a mio padre e l’ho ereditato. Avrei dovuto buttarlo? È sempre stato in questo corridoio insieme a un elmetto dell’esercito popolare cinese e un fregio comunista dell’Urss“.