Il presidente del Veneto ha voluto l’amico Bruno, titolare per 60 anni del locale “Alla Colomba”

·1 minuto per la lettura
Il compianto Bruno Bellè
Il compianto Bruno Bellè

È morto ad 88 anni e dopo un ricovero a Conegliano Bruno Bellè, storico ristoratore di Treviso e sul quella scomparsa arriva in queste ore il cordoglio del governatore del Veneto Luca Zaia.

Morto Bellè, il cordoglio di Zaia per un uomo che faceva ristorazione da 60 anni

Ha scritto Luca Zaia nel ricordare il suo amico, ticolare per 60 anni del ristorante alla Colomba di Pieve di Soligo: “Con Bruno se ne va una parte importante della storia della ristorazione della Marca Trevigiana. È stato un grande padrone di casa, ma anche uno straordinario ambasciatore della cucina tipica della sinistra Piave, dell’area delle Colline del Prosecco del Trevigiano, del Veneto”.

Il cordoglio di Luca Zaia quando ha saputo che era morto Bruno Bellè: “Ha incarnato un’epoca”

E ancora: “Egli ha incarnato un’epoca, anche formando generazioni di ristoratori, tra i quali suo figlio Loris”. Poi Zaia ha detto: “Esprimo le mie condoglianze alla moglie, per tanti anni al suo fianco nella gestione, al figlio Loris e a tutti i suoi cari. La sua attività è stata un grande elemento di promozione del nostro territorio”.

Luca Zaia e Bellè, il ricordo di un vecchio cliente per un amico morto e compianto

“Oltre che trovare ottima cucina, il cliente aveva in Bruno anche un padrone di casa simpatico e cordiale, innamorato del suo lavoro, in un ambiente avvolgente con la sua famosa cucina a vista”. Poi la chiosa da “vecchio cliente”: “Andare a cena alla Colomba era come andare a cena da amici, tanto egli sapeva mettere a loro agio gli avventori”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli