Il presidente della Regione Lombardia spiega che l’isolamento è la strada buona contro il virus

Attilio Fontana
Attilio Fontana

Sul vaiolo delle scimmie Attilio Fontana sceglie l’attenzione senza allarmismo e non ha dubbi: “Chi ha sintomi si autodenunci”. Il presidente della Regione Lombardia spiega che l’autoisolamento è la strada buona contro il virus. Fontana lo ha detto a margine di un incontro milanese a Palazzo Lombardia con alcuni ragazzi con disabilità partecipanti ad un programma di inserimento lavorativo. I casi censiti a livello regionale di “monkeypox” sarebbero cinque, e in merito il governatore ha spiegato di aver “parlato con i nostri medici”.

Fontana: “Chi ha sintomi si autodenunci”

Medici che lo “hanno rassicurato dicendo che la situazione è sotto controllo“. Ovvio però che la prudenza non è mai troppa, perciò “non ci si deve far prendere da alcun tipo di preoccupazione, tuttavia bisogna cercare di autodenunciarsi nel momento in cui si hanno dei sintomi in modo da essere messi in isolamento”.

Ecco la “sola precauzione da rispettare”

Poi in chiosa il governatore del Pirellone ha detto: “Questa è l’unica precauzione che va rispettata”. In Lombardia gli ultimi due casi erano stati riscontrati nella serata di giovedì 26 maggio. I cittadini risultati poi contagiati si erano rivolti all’ospedale Niguarda di Milano dopo che la loro positività è stata diagnosticata dai laboratori del San Matteo di Pavia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli