Il Presidente della Regione ha parlato delle differenze di ogni territorio con un post su Facebook

·1 minuto per la lettura
il Governatore della Lombardia, Attilio Fontana
il Governatore della Lombardia, Attilio Fontana

Continuano le polemiche per quanto affermato dal Presidente della Lombardia Attilio Fontana in merito all’aumento dei casi da Covid nella regione e nel resto d’Italia. In un post su Facebook di domenica 1 novembre, il governatore ha dichiarato che “la diffusione del virus è uniforme in tutto il Paese. Le differenze riguardano l’ampiezza del tracciamento che varia da regione a regione”.

Covid-Lombardia, Fontana: “Virus uniforme”

“È evidente che, una volta verificato l’impatto delle misure già adottate sulle curve del contagio, ulteriori azioni di contrasto al virus dovranno a loro volta essere uniformi – ha continuato il Presidente della Regione -. Una serie di interventi territorio per territorio, polverizzati e non omogenei, sarebbero probabilmente inefficaci e anche incomprensibili ai cittadini, che già oggi sono disorientati”. “Questo è il senso della discussione di stamattina fra regioni, Anci, Upi con il governo”, prosegue.

Infine: “Le istituzioni, a partire dal governo, devono dare segnali coerenti, forti e credibili. Le Regioni sono, come sempre, pronte a collaborare”.

Intanto continuano a salire i contagi da Covid in Lombardia. Nell’ultimo fine settimane, con il bollettino di venerdì 30 ottobre si sono registrati nella Regione 8.960 casi e 48 morti. La percentuale tra tamponi effettuati e casi positivi riscontrati è invece pari al 19,1 per cento. Inoltre, secondo quanto riferito dall’Istituto superiore di Sanità e del ministero della Salute, la Lombardia ha raggiunto lo scenario 4 dell’emergenza Coronavirus. Qui infatti l’indice di contagio Rt è arrivato a 2,01.