Il presidente della Regione Puglia ha smentito l'indiscrezione

·1 minuto per la lettura
emiliano zona rossa rafforzata falso
emiliano zona rossa rafforzata falso

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, ha smentito tramite i suoi profili social la notizia che il territorio da lui amministrato possa entrare in una zona rossa rafforzata e dunque arrivare ad un livello di misure restrittive ben più aspre di quelle attualmente in vigore. “Gira una fake news sulla entrata in vigore di misure di contenimento del Covid aggiuntive rispetto a quelle previste dalla zona rossa. La notizia è falsa“, così Emiliano su Facebook.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

Emiliano: “Zona rossa rafforzata? Falso”

È vero – aggiunge il Presidente Pugliese – che ieri ho incontrato sindaci, imprese e sindacati per valutare la situazione, ma non è ancora stata adottata alcuna decisione su possibili misure di ulteriore cautela. Preghiamo tutti coloro che investono tempo a confezionare false notizie per ingannare cittadini e media di astenersi da tali comportamenti. Saranno denunciati per gli eventuali reati commessi”.

Al momento dunque nessuna stretta, anche se la situazione in Puglia resta molto critica soprattutto per quanto riguarda la pressione sugli ospedali. Basti pensare che Guido Quaranta, responsabile del pronto soccorso dell’ospedale San Paolo di Bari, ha dovuto interrompere i ricoveri del Pronto Soccorso per 2 giorni a causa della saturazione della struttura ospedaliera e della mancanza di barelle. Si ricorda poi che, secondo le indiscrezioni poi smentite da Emiliano stesso, la zona rossa rafforzata prevedrebbe un coprifuoco anticipato dalle 22 alle 20 per gli over 24, mentre alle 18 per i giovani tra i 18 e i 24 anni. A chiudere prima sarebbero anche i negozi di generi alimentari, le edicole, le aree di rifornimento carburante e le tabaccherie.