Il Presidente della Regione punta a limitare la movida e gli assembramenti

·1 minuto per la lettura
Eugenio Giani
Eugenio Giani

L’emergenza Covid non lascia scampo a nessuna Regione d’Italia, ma per il momento il Presidente della Toscana, Eugenio Giani, ha dichiarato che “con ci sarà un lockdown”. “Credo – continua – che limitando movida e situazioni che generano assembramenti si possa uscire da questa emergenza. Con gli altri governatori regionali ci sentiamo ogni giorno e siamo in linea, a meno che non lo decida il governo”. Per ora, dunque, nessun lockdown e nessun coprifuoco, a differenza di ciò che hanno deciso altre regioni: l’ultima in ordine di tempo a sancire il coprifuoco è stata la Calabria.

Covid, la situazione della Toscana

In ogni caso presto, fanno sapere dalla Regione, sarà pronta una nuova ordinanza anti-contagio da Coronavirus. Nella giornata di venerdì 23 ottobre, il Presidente ha precisato che per quanto riguarda i centri commerciali non ha in mente una chiusura, ma invece un contingentamento degli ingressi.

La situazione potrebbe comunque presto cambiare. Nella stessa giornata, infatti, si sono registrati nuovi contagi e la pandemia sembra lontana dal finire. Si attente inoltre la risposta di Mattarella e Conte riguardo all’appello di un centinaio tra scienziati, professori universitari e medici di chiudere tutto. “Come scienziati, ricercatori, professori universitari – si legge nel testo – riteniamo doveroso e urgente esprimere la nostra più viva preoccupazione in merito alla fase attuale di diffusione della pandemia da Covid-19. Riteniamo utile segnalare all’attenzione delle Istituzioni le stime riportate nell’articolo del Presidente dell’Accademia dei lincei, professor Giorgio Parisi, pubblicato nelle scorse ore nel blog dell’Huffington Post”.