Il presidente della Regione teme le nuove varianti e l’inefficacia dei vaccini attuali contro di esse

Vincenzo De Luca
Vincenzo De Luca

Mascherine al chiuso in alcuni posti d’Italia fino a giugno ed in Campania decisamente oltre, con Vincenzo De Luca che dice: “Da noi obbligo fino a inizio ottobre”. Il presidente della Regione teme le nuove varianti e l’inefficacia dei vaccini attuali contro di esse e per questo motivo ha annunciato che la Campania manterrà l’obbligo della mascherina al chiuso fino a fine settembre-inizio ottobre 2022. De Luca, che non è solo “governatore” della Campania ma anche responsabile dell’unità regionale Covid-19, ha dato l’annuncio nel corso della sua settimanale diretta del venerdì pomeriggio.

“Obbligo fino ad inizio ottobre”

Ha detto il presidente della regione: “Dobbiamo essere prudenti, bene ha fatto il governo a tenere l’obbligo dell’uso della mascherina nei locali al chiuso fino a metà giugno. Ma per quello che ci riguarda, in Campania manteniamo l’obbligo anche dopo metà giugno, a fine settembre inizio ottobre”. Ma cosa teme De Luca? Innanzitutto il fatto che i contagi siano in aumento a causa delle nuove varianti molto più contagiose, e lo ha detto molto chiaramente: “emergono nuove varianti molto aggressive che possono riaccendere il focolaio”.

“Dobbiamo avere ancora prudenza”

E ancora: “Quindi dobbiamo avere prudenza, in attesa di vaccini che ci consentano di affrontare il covid come si affrontano le influenze che arrivano di anno in anno, ad oggi non abbiamo ancora questo tipo di vaccino”. I dati Gimbe dicono che in Campania la popolazione over 5 anni che non ha ricevuto alcuna dose di vaccino è pari al 9%. E attenzione, è una percentuale superiore a quella media italiana, che è del 7,2%, cui va aggiunta “anche quella over 5 anni temporaneamente protetta, in quanto guarita da Covid-19 da meno di 180 giorni, pari al 4,8%”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli