Il presidente della Repubblica al corpo diplomatico: "Approcci solo nazionali non funzionano"

·1 minuto per la lettura
Mattarella messaggio corpo diplomatico
Mattarella messaggio corpo diplomatico

Il covid può essere sconfitto solo agendo tutti insieme. Ad affermarlo è il capo dello Stato Sergio Mattarella che, nella giornata di giovedì 16 dicembre ha accolto il corpo diplomatico. “Nell’anno che volge al termine gli effetti della pandemia hanno continuato a colpire indistintamente tutti noi, in ogni Continente rendendo sempre più evidente che le risposte alle sfide del momento presente trascendono i confini nazionali“, ha dichiarato.

Mattarella messaggio corpo diplomatico, “Ci si può salvare solamente agendo insieme”

La necessità dunque di far fronte all’emergenza sanitaria attraverso un’azione congiunta, è uno dei temi principali portati da Mattarella che ha voluto evidenziare come siamo tutti indissolubilmente legati: “I nostri destini, quelli del pianeta e dell’intera umanità, sono inestricabilmente legati. Con il suo carico di sofferenza per milioni di nostri concittadini, la pandemia ci ha dolorosamente ricordato che la cooperazione internazionale e la solidarietà non sono soltanto opzioni possibili bensì esigenze risolutive”.

Mattarella messaggio corpo diplomatico, “La pandemia fa temere possano insorgerne altre”

Proprio sulla pandemia, Mattarella ha però posto un accento particolare mettendo in evidenza come uno dei maggiori timori è il fatto che “possano insorgerne altre ed è indispensabile che alla collaborazione scientifica internazionale, che sta proseguendo, si affianchi l’apertura reciproca alla collaborazione da parte degli Stati nella comunità internazionale. In ogni ambito”.

Mattarella messaggio corpo diplomatico, “Sui migranti non si possono chiudere gli occhi”

Particolare rilevanza ha assunto il tema della migrazione, una problematica di importanza centrale e davanti alla quale non è possibile chiudere gli occhi: “le crisi in atto hanno generato lo scorso anno, secondo le Agenzie delle Nazioni Unite, un incremento del fenomeno migratorio, che ha raggiunto un livello che supera i 280 milioni di essere umani, mentre i profughi, nello stesso periodo, hanno superato gli 82 milioni di persone”. Ha quindi aggiunto: “Dobbiamo avere il coraggio di raccogliere le sfide, elaborando congiuntamente soluzioni all’altezza degli impegni liberamente assunti a livello internazionale”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli